Archivio della categoria "Primi passi"

Inizia a fare amicizia con il vino che hai nel bicchiere e crea un diario delle tue degustazioni.

Diventa il capitano della serata: stupisci i tuoi amici a cena con il diario di bordo delle tue degustazioni

Pubblicato il

SESSIONE DI ALLENAMENTO 2: Crea un DIARIO delle tue degustazioni

Acquista un quaderno o un’agenda, magari di piccole dimensioni in modo che non sia troppo ingombrante, e inizia a creare il tuo diario delle degustazioni da portare sempre con te.

Vino e cibo

Il diario serve per dare VALORE ai momenti in cui assaggi un vino. Serve per ritagliare il giusto spazio e creare la giusta dimensione per poterti mettere in una posizione di ascolto. Infatti abitualmente beviamo il vino con molta rapidità, senza soffermarci sulle sensazioni e sulle emozioni.

Continua a leggere!

Se non sai ancora degustare il vino è perché nessuno te lo ha mai insegnato

Pubblicato il

SESSIONE DI ALLENAMENTO 1: Supera le tue convinzioni limitanti sulla degustazione del vino.

La domanda che più spesso mi viene fatta da quando sono Sommelier è: ‘degustatori si nasce o si diventa?’.

Bicchiere vuoto - Se non sai ancora degustare il vino...

Questa mattina ho messo la sveglia presto e sono andata controvoglia dalla mia dentista. Ero piuttosto indisposta pensando alla imminente tortura che mi aspettava e invece l’ora è volata via in modo inimmaginabile e sai perché? La mia dentista mi pone la fatidica domanda, che quasi rivolgeva a se stessa, dicendomi: “È vero che bisogna avere un talento particolare, un palato raffinato e delle doti innate per essere un degustatore di vino?”. La domanda, che pure mi era stata posta un’infinità di volte da tante persone diverse, questa volta mi ha colpita profondamente perché la mia dentista, come si comprendeva bene dal tono di voce rassegnato con cui si era espressa, era convinta che la risposta alla sua domanda fosse NO.
La sua voce interiore diceva: “No, tu non puoi diventare un degustatore. Tu non riuscirai mai a sentire tutti quei profumi e a riconoscere tutti quei sapori. NO. Occorre un talento innato!”.

Il tono con cui aveva posto la domanda ha scatenato dentro di me una reazione esplosiva al pensiero di tutte quelle persone che la pensano come lei e si rassegnano credendo che non riusciranno mai a distinguere i diversi profumi e sapori dei vini, convinte che questo sia un privilegio riservato a pochi eletti che nascono con il dono della degustazione!

Se anche tu sei uno di quelli che provano un misto di meraviglia e di invidia vedendo i Sommelier che, in televisione o durante gli eventi, ruotano con fare misterioso il vino nei calici, affondano il naso nei bicchieri e iniziano a sciorinare una serie infinita di termini misteriosi per descrivere il prezioso liquido odoroso, la risposta alla tua domanda è: SIIIIIIIII, degustatori di vino si diventa!

Continua a leggere!