Memorizza per sempre i colori dei vini con la tecnica speciale delle immagini associate

Pubblicato il

SESSIONE DI ALLENAMENTO 4: Associa ogni colore ad una precisa immagine

La tecnica delle IMMAGINI ASSOCIATE è la tecnica più semplice e infallibile per scolpire i colori dei vini nella tua memoria e consiste nell’associare ogni colore del vino ad un’IMMAGINE ben precisa: un OGGETTO o un ELEMENTO NATURALE.

Ti ricordo, come ti ho spiegato nell’articolo precedente, che per memorizzare i nomi delle sfumature dei vini bianchi devi pensare alle diverse tonalità di giallo.

  1. GIALLO VERDOLINO: vino di colore giallo tenue con leggere sfumature di colore verde. Questa tonalità si trova nei vini bianchi molto giovani e freschi.
    Quale immagine possiamo associare a questo colore per memorizzarlo per sempre? Quella di una bottiglia di VETRO. Pensa a un vetro non troppo scuro. Ricordati la sensazione di trasparenza e di colore leggero dei vini giallo verdolino.

    Giallo verdolino
    Giallo verdolino
    Bottiglia di vetro
    Bottiglia di vetro
  2. GIALLO PAGLIERINO: questa sfumatura di colore si trova in vini che hanno già trascorso un po’ di tempo in bottiglia. È uno dei colori più diffusi nei vini bianchi, ti capiterà di trovarlo molto spesso.
    A cosa puoi associare questo colore del vino per non dimenticarlo più? Come dice già il nome stesso, lo puoi associare al colore della PAGLIA. Chiudi gli occhi e prova a visualizzare un campo in estate con quei bei covoni di paglia raccolti in mezzo al terreno. Memorizza quella sensazione di calore estivo e di erba essiccata. Associa questa emozione al concetto di colore del vino bianco più diffuso.

    Giallo paglierino
    Giallo paglierino
    Covone di paglia
    Covone di paglia
  3. GIALLO DORATO: questo colore è quello dei vini bianchi più maturi, che hanno già trascorso qualche anno in bottiglia, oppure all’interno di botti, grandi o piccole. Sono generalmente vini dalla maggiore complessità e dalla più potente struttura.
    Per memorizzare questo colore, associalo alla purezza e alla preziosità dell’ORO. Sì, proprio il metallo con cui realizziamo dei pregiati gioielli. Associa il colore dei lingotti a quello del vino. Associa l’idea della brillantezza del metallo e del suo peso al colore del vino, allo stesso modo pregiato e corposo.

    Giallo dorato
    Giallo dorato
    Oro
    Oro
  4. GIALLO AMBRATO: questo colore caratterizza i vini passiti e da meditazione, che hanno un’alcolicità e un grado zuccherino più elevati rispetto a quello degli altri vini bianchi.
    Il colore di questi vini puoi ricordarlo associandolo all’AMBRA. L’ambra è una pepita di resina fossile resa ancora più preziosa se al suo interno è racchiuso un insetto intrappolato dalla dolcezza del liquido di cui ha desiderato nutrirsi. L’ambra è pregiata e lucente, come questi vini che si distinguono per la loro luminosità e sensualità.

    Giallo ambrato
    Giallo ambrato
    Ambra
    Ambra

Ripeti per tutta la settimana nella tua mente questi quattro abbinamenti tra colori del vino e immagini: chiudi gli occhi e prova a visualizzare le sensazioni abbinate a questi elementi: la trasparenza del vetro, il colore estivo del campo con i covoni di paglia, la lucentezza dell’oro e la preziosità dell’ambra e vedrai che i colori dei vini bianchi si scolpiranno nella tua mente per sempre.

Ricordati che hai il tuo diario di bordo. Quindi, a partire da oggi, ogni volta che bevi un bicchiere di vino bianco annota sul tuo diario il nome del colore del vino, ricordando a quale delle quattro tonalità di giallo che abbiamo esplorato insieme appartiene il vino che hai nel bicchiere.

Alla prossima sessione di allenamento

Miriam Bruera
La tua Wine Coach

protected @ patamu.com Opera tutelata dal plagio su Patamu con numero deposito 42248

SCRIVI QUI I TUOI COMMENTI